Alle radici del successo

11/04/2016
I microgranulari di Sipcam Italia permettono già alla semina di apportare i nutrienti in modo mirato, con la possibilità di proteggere anche le colture dai parassiti terricoli
Alle radici del successoSu di esso si basa la biosintesi del Dna e dell'Rna, dell'ATP, dei fosfolipidi e di altri molecole fondamentali per la vita umana e vegetale. È il fosforo, macrolemento che insieme ad azoto e potassio rappresenta uno dei più importanti pilastri della nutrizione vegetale.

Non tutto il fosforo è però disponibile nel terreno, dato che la maggior parte di questo elemento si trova insolubilizzato grazie a legami chimici forti con altri costituenti del terreno. Le piante sono quindi a contatto con l'elemento, ma spesso non ne possono usufruire. Per tale ragione la concimazione fosfatica delle colture appare fondamentale, soprattutto nelle fasi iniziali, ove si devono rendere il più possibili celeri le fasi di crescita vegetativa e radicale.
La pratica della concimazione a pieno campo implica però l'utilizzo di alte quantità dell'elemento, il quale, non essendo posto in prossimità delle radici, rischia di subire processi di retrogradazione che lo rendono in buona parte inutilizzabile. Localizzarlo in prossimità dei semi al momento della semina appare quindi pratica di gran lunga più consigliabile.

Non tutti i fertilizzanti si prestano però in tal senso. Per esempio, il fosfato biammonico presenta rischi di fitotossicità, oltre che ad aggravare il carico nelle tramogge a causa del suo elevato peso specifico. Per tali ragioni Sipcam Italia ha letteralmente rivoluzionato tale approccio colturale, mettendo a punto specifici formulati microgranulari concepiti e prodotti appositamente per favorire le pratiche di concimazione alla semina. Il loro diametro è infatti compreso tra 0,5 e 1,2 mm, assicurando al contempo un'eccellente resistenza all'usura meccanica (minimizzazione delle polveri), un'ottima selettività verso la coltura, un'alta densità di particelle nel suolo e una cessione razionale e progressiva dei nutrienti, fosforo in testa. I fertilizzanti microgranulari a “effetto starter” di Sipcam Italia sono infatti commercializzati sia come  minerali sia come organo-minerali e possono essere applicati alla semina o in occasione del trapianto di varie colture mediante l’impiego di apposite attrezzature abbinate alle seminatrici o alle trapiantatrici.

Numerose le colture che possono trarre vantaggio da tale pratica, come quelle industriali, i cereali, le leguminose foraggere o da granella, le colture oleaginose e quelle orticole e ornamentali. Inoltre, la localizzazione dei microgranuli e la velocità di assorbimento dei nutrienti permettono di utilizzare dosi minori di fertilizzanti, passando dai tradizionali 100-150 Kg/ha ai 30-40 dei prodotti di Sipcam Italia. Gli apporti nutrizionali, peraltro, sono a completa disposizione della coltura e non delle infestanti, dando così un ulteriore vantaggio competitivo alle piante di interesse agrario. A tali considerazioni vanno poi aggiunte quelle di natura ambientale, dato che la fertilizzazione fosfatica lungo la fila permette di ridurre sensibilmente gli apporti di elementi chimici al suolo, a tutto vantaggio anche della tutela delle acque.

I formulati a catalogo di Sipcam Italia sono molteplici, a partire dalla Linea Umostart, ampia e completa, composta da prodotti specializzati per le diverse colture, giungendo poi ai formulati aventi anche funzione geoinsetticida, come Trika Expert che contiene lambda cialotorina in ragione dello 0,4%.