Agrumi: i possibili danni a ridosso della raccolta

25/09/2017
A ridosso della maturazione degli agrumi, in campo sono presenti insetti che possono arrecare danni sia qualitativi che quantitativi alla frutta.
I fitofagi di maggior interesse sono:
  • Mosca della frutta  - Ceratitis capitata Wiedemann
  • Asymmetrasca (=Empoasca) decedens Paoli.
La mosca è un insetto polifago con gli stadi larvali carpofagi.

Gli adulti di 4 – 6 mm sono di colore grigio – giallastro con le ali membranose e caratteristiche macchie brune e giallastre.
La larva è apode, allungata, subconica, ristretta verso il capo e di colore bianco-giallastro; quelle neonate sono lunghe meno di 1 mm, quelle mature misurano 7 – 9 mm.
 

 
La puntura di ovideposizione provoca la comparsa di macchie gialle su frutti non invaiati e verde giallastra tendente al marrone su frutti maturi; tali aree sono soggette a marcescenza per effetto di funghi saprofiti con conseguente cascola dei frutti.

La mosca è una delle avversità, dal punto di vista economico, più rilevante a carico della frutta in genere e degli agrumi, soprattutto nelle zone mediterranee.
 

 
Anche Asymmetrasca (=Empoasca) decedens Paoli è un insetto polifago di colore verde chiaro lungo circa 3-3,5 mm che abitualmente vive sulle piante erbacee e che a fine estate si ricovera negli agrumeti per svernare.

Su agrumi i danni si presentano sul frutto e sono causati dalle punture trofiche dell’insetto che provocano la comparsa di maculature gialle, dette appunto “fetola”.

Tali maculature pur non danneggiando la parte edule, possono causare deprezzamento del prodotto.
 


Questi insetti si possono rinvenire contemporaneamente in campo con la necessità di controllare due fitofagi nello stesso periodo.
 

LA STRATEGIA DI SIPCAM ITALIA


Si consiglia di monitorare la popolazione di C. capitata (Mosca mediterranea) mediante l'utilizzo di trappole Pherocon, le quali posseggono un erogatore di feromone specifico che consente, definita la soglia d'intervento, di posizionare al meglio i trattamenti con insetticidi specifici. 

Le applicazioni prevedono interventi con EPIK SL prodotto a base di acetamiprid, caratterizzato da una elevata sistemia e selettività nei confronti degli insetti utili.
In etichetta riporta 14 giorni di intervallo pre raccolta ed agisce per contatto sugli stadi adulti e giovanili della mosca.

In strategia con EPIK SL si consiglia l’insetticida polivalente TREBON UP, formulato a base di etofenprox, che agisce per contatto ed ingestione con un elevato potere abbattente ed un ridotto intervallo pre raccolta, su agrumi 7 gg.

Con queste applicazioni si utilizzano due molecole diverse che consentono di gestire in maniera simultanea i due fitofagi in prossimità della raccolta, fase in cui si riscontrano i danni maggiori.