Sipcam per la vite: difesa senza falle

26/04/2021
La protezione della vite risulta particolarmente delicata nelle fasi di forte sviluppo vegetativo, specialmente avvicinandosi a ridosso della fase di pre-fioritura.
Nella prima parte dei programmi antiperonosporici della vite, Sipcam Italia propone Vitene Triplo R e Lieto SC, per la massima protezione di foglie e grappoli.

La protezione della vite risulta particolarmente delicata nelle fasi di forte sviluppo vegetativo, specialmente avvicinandosi a ridosso della fase di pre-fioritura. Per contrastare la peronospora servono quindi soluzioni capaci di agire su molteplici livelli. In tal senso Sipcam Italia propone Vitene Triplo R, contenente cimoxanil, fosetil alluminio e rame ossicloruro. La prima sostanza attiva offre comportamento citotropico e translaminare, permettendo di contare sull’azione curativa in caso sia stato impossibile trattare preventivamente. Fosetil alluminio mostra invece comportamento sistemico, capace quindi di assecondare lo sviluppo delle piante. Infine, il rame ossicloruro permette di completare l’azione fungicida con un partner di contatto di consolidata affidabilità.

A partire poi dalla fase di grappoli separati, in pre-fioritura, è poi bene proseguire con Lieto SC, a base di cymoxanil e zoxamide, quest’ultimo particolarmente protettivo nei confronti dei grappoli grazie all’elevata affinità per le cere vegetali, fatto che conferisce anche una spiccata resistenza al dilavamento. Da applicarsi alla dose di 4,0-4,5 l/ha, a blocchi di due applicazioni a 7-10 giorni di distanza, Lieto SC consente peraltro di contare sull’apprezzabile azione collaterale di zoxamide su botrite, patogeno verso il quale, nella fase di fioritura, è bene però applicare comunque lo specifico antibotritico proposto da Sipcam Italia, ovvero 3Logy, a base di terpeni naturali.

Per approfondire SCARICA QUI la LINEA VITE